martedì 5 luglio 2011

Terme libere di Saturnia (GR).









Questa e le altre due che seguono non sono foto scattate da me ma prese sul web. Le foto fatte da me non rendono giustizia a questo meraviglioso spettacolo naturale: nelle giornate assolate l'acqua è limpida e non giallastra come si vede dalle mie immagini. Almeno così mi hanno assicurato!



Ciao a tutti! Le mie vacanze sono ormai terminate e l'idea di dover attendere un anno per tornarci mi fa sentire un po' malinconica. Ma, a parte ciò, vorrei rendervi partecipi di ciò che ho visto e delle esperienze che ho fatto in questi 15 giorni di assoluto relax.
Partiamo però dalla fine delle vacanze. Durante il viaggio di ritorno da Follonica abbiamo deciso, con mio marito, nonostante il tempo un po' incerto, di fare una deviazione: abbiamo lasciato l'Aurelia e ci siamo diretti a Manciano ove si trovano, poco distanti, le terme libere di Saturnia. Io non c'ero mai stata mentre mio marito c'era stato da bambino. 
Nonostante il grigiore della giornata mi è parso uno spettacolo unico e magico: pozze d'acqua sulfurea poste una sopra l'altra generano delle cascatelle d'acqua calda (37,5°C). Solo il rumore dell'acqua che sgorga è rilassante, figurarsi immergervisi! Sembra di essere in un film genere Paradise o Laguna blu, li ricordate?
L'accesso alle terme di Saturnia è libero ed è possibile visitarle ed usufruirne sempre a qualsiasi ora del giorno e della notte. Esse si trovano nel comune di Manciano in località Molino, che prende il nome dalla presenza dell' antichissimo mulino a lato delle cascatelle ( la costruzione che vedete nelle immagini).
I più temerari ed amanti della tranquillità, dato che le pozze sono superaffollate, possono risalire il torrente Gorello, nascente da un cratere vulcanico, fino a trovare zone meno frequentate della zona intorno al mulino, almeno così dicono!
E' possibile cospargersi di fanghi oppure semplicemente godersi le pozze rilassandovisi.
Vi assicuro che è una piacevolissima esperienza e senza pagare un euro!Il che rende l'esperienza ancor più bella!
Torrente Gorello (foto dal web) che si snoda tra gli stabilimenti termali e le cascatelle vicino al mulino. 

4 commenti:

  1. Ciao, conosco molto bene le cosiddette "terme libere" sono un bello spettacolo, io le frequentavo tanti anni fa, ma furono chiuse per un periodo perché molto inquinate, insomma ricordiamoci che sono acque che vengono dalle terme, di conseguenza già "vissute", però lo spettacolo è molto bello, l'acqua è sempre un po' giallastra perché è l'acqua stessa di Saturnia ad esserlo, anche dentro alle terme, non è limpidissima...lo spettacolo è molto dantesco...

    RispondiElimina
  2. Ciao!Non sapevo che le avessero chiuse per un po'.In realtà so molto poco delle cascatelle di Saturnia, se non quello che si sente in giro, ma sono rimasta impressionata dall'ennesima opera straordinaria della natura!

    RispondiElimina
  3. Ciao! complimenti per le foto, è un luogo magico, sempre sul web io ho trovato queste foto QUI, alcune sono decisamente d'epoca, spero ti piacciano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto belle! Anche quelle d'epoca! :-)
      Sono rimasta alle cascatelle solo una mezz'ora e in una giornata non proprio favorevole, ma credo che meritino una visita più approfondita! Bisognerebbe risalire il torrente termale Gorello per trovare zone meno frequentate. Inoltre mi piacerebbe buttare un occhio anche nei dintorni per conoscere più da vicino un po' di storia delle terme e di quei luoghi.

      Elimina